Per scrittori in cerca di LIBERTÀ
di ESPRESSIONE e di CRESCITA

La formula magica della PROMOZIONE

Buongiorno 😊

Visto che in questi giorni fa particolarmente caldo, ho deciso di parlarvi di un tema piuttosto scottante.

Ebbene sì, oggi parliamo di PROMOZIONE. Una fase dolente con cui ogni autore è costretto a fare i conti, sia che scelga la strada dell’auto pubblicazione, sia che firmi un contratto con una Casa Editrice.

Perché, badate bene, non è che se firmate con una big poi vi potete sedere. Assolutamente no!

In fatto di promozione le Case Editrici si distinguono tra quelle che non fanno nulla e quelle che aiutano l’autore a organizzare qualche presentazione, ma anche se danno una mano, passato il boom dell’uscita si concentreranno sulle novità che arriveranno dopo la vostra. Quindi, il mazzo continuerete a farvelo voi.

Qual è il modo migliore per far conoscere la propria opera?

Se esistesse la formula magica, saremmo tutti autori famosi, ma come avrete intuito non c’è un segreto di Stato che vi permetterà di scalare le classifiche. Esistono però delle accortezze che potete adottare per cercare di far arrivare i vostri personaggi il più lontano possibile.

La qualità

Prima di iniziare a promuovere il vostro libro, dovete essere certi di aver dato il massimo nella stesura e in tutte le fasi che precedono la pubblicazione. Perché arrivare ai Lettori con un buon “prodotto” (passatemi questo termine orribile) è il primo passo intelligente da fare per fidelizzarli. Se ameranno ciò che avrete scritto, state certi che leggeranno altro di voi e che consiglieranno il vostro libro ad altri Lettori. Quindi, prima di investire nella promozione, investite su di voi (percorsi di writing coach, editing, impaginazione, cover). Un buon libro, anche se pubblicato in Self-Publishing, coinvolge più professionisti del settore.

La Strategia di lancio

Pianificare nei minimi dettagli il lancio del vostro libro è fondamentale per tentare la scalata delle classifiche, che a ruota vi garantirà più visibilità. Non per niente ho creato un percorso apposito che si chiama proprio Strategia di lancio.

Troppo spesso mi capita di vedere scrittori che per inesperienza o per la fretta di pubblicare bruciano il lavoro di mesi. E se pensate che per auto pubblicarsi basti caricare un paio di file su Amazon… allora pensateci bene prima di farlo, perché potreste farvi molto male.

Contenuti promozionali

Preparare card accattivanti con estratti succulenti è sicuramente un buon modo per far conoscere la storia che avete scritto. Potete creare anche dei brevi trailer, cosa alquanto semplice con tutte le fantastiche app che ci sono in circolazione. Non vi sto a dire la fatica che feci io dodici anni fa per realizzare il booktrailer del mio primo libro! Insomma, bisogna applicarsi, ma come dico sempre: niente è impossibile, ma solo difficile.

Collaborazioni

Se volete farvi conoscere, le collaborazioni sono fondamentali.

Interagite con le persone sui social, create una vostra rete, ma soprattutto bussate alle porte delle e dei Bookblogger per chiedere il loro supporto.

Mi raccomando, fatelo con i dovuti modi, ovvero con educazione e umiltà.

Nell’arco dei miei dieci anni di pubblicazioni sono sempre nate delle amicizie bellissime dalle collaborazioni, e ancora oggi è un aspetto del mio lavoro che curo molto.

Appoggiatela piano

Qui non c’è altro modo per dirlo 😂

Non siate insistenti, pressanti, soffocanti. Parlate del vostro libro, ma non solo del vostro libro. E NON FATE SPAM!

Che sia un gruppo Facebook o una chat su Telegram, evitate di postare robaccia tipo foto della cover con sotto scritto “Ecco il mio nuovo romanzo, lo trovate qui” e link a seguire. O peggio, post relativo al libro con taggate ottocento persone. Segretamente queste ottocento persone vi odieranno, sappiatelo.

Con questo non significa che quando esce il vostro libro non potete postare la cover con il link di Amazon, ma almeno arricchite il post con una caption che non lo faccia apparire come una televendita. E non fatelo di continuo. Differenziate i contenuti promozionali.

Promozioni

Un minimo di spinta va data. Quindi scegliete bene quale post e investite in una buona campagna pubblicitaria.

Questi che vi ho elencato sono a grandi linee alcuni aspetti da considerare per promuoversi, ma ci sono anche altre vie che possono essere percorse.

Le strade da evitare

Come in ogni settore, anche in quello editoriale ci sono i lupi in agguato dietro a ogni albero, quindi state attenti. Non fatevi abbagliare dalle belle parole o dai titoli altisonanti di associazioni, radio, riviste. Se vi contattano per offrirvi di partecipare al programma radio o TV chiedendovi in cambio denaro (solitamente utilizzano la scusa del rilascio della registrazione) aspettate a lustrare la coda di pavone. Non vi hanno cercato perché avete pubblicato un buon libro, ma solo perché sperano siate l’ennesimo pollo da spennare.

Alla fine, che conta davvero è il modo in cui decidete di utilizzare i mezzi a vostra disposizione e il mindset con cui vi approcciate all’impresa promozionale.

Date importanza alla sostanza e con il tempo arriveranno anche i numeri.

E se non arriveranno, avrete fatto comunque un gran lavoro che vi avrà arricchito interiormente. Perché è questo il primo grande ritorno, la crescita personale.

Spero che questo articoletto vi sia stato utile e, come sempre, vi invito a condividerlo se pensate che possa servire ad altri.

A presto!