Cerca

Sogna, progetta, realizza!

I libri auto-pubblicati possono essere ordinati in libreria

Oggi parliamo di un tema che a noi scrittori sta molto a cuore, ovvero della DISTRIBUZIONE.

Quanti autori hanno rinunciato al Self-Publishing perché “altrimenti il mio libro non arriva nelle librerie”?

Moltissimi.

Iniziamo sfatando un mito...

Pubblicare con una Casa Editrice non vi farà arrivare in automatico nelle librerie, perché quando viene pubblicato un libro e sentiamo dire “DISPONIBILE IN TUTTE LE LIBRERIE”, a meno che non si stia parlando di una big (Gruppo Mondadori e amici vicini) in realtà ciò che questo slogan intende dire è “ORDINABILE IN TUTTE LE LIBRERIE”.

Questo perché ci sono dei meccanismi, sconosciuti ai più, che determinano quali libri arrivano sugli scaffali.

Cerchiamo di capire come funzionano le cose

Escludiamo da questo discorso le librerie di catena che, esattamente come avviene per i negozi di abbigliamento affinché tutte le vetrine dei diversi punti vendita siano in linea fra loro, ricevono indicazioni molto precise su cosa esporre e dove esporlo.

Focalizziamoci sulle librerie indipendenti.

Dovete sapere che la fetta più grande del prezzo di copertina non se la mangia l’editore (come molti pensano), ma il distributore che si occupa della logistica (quindi della gestione degli ordini da parte delle librerie, della spedizione e del servizio di magazzino). Ci sono diverse società di distribuzione. Fra le più conosciute ci sono Messaggerie e Mondadori Distribuzione. Ogni distributore gestisce specifici editori. Questo significa che ogni editore firma un accordo di esclusiva con questo distributore.

Quindi se una libreria indipendente vuole i libri della Casa Editrice X (che ha firmato l’accordo con distributore Y), dovrà essa stessa stipulare un accordo con il distributore Y. Ovviamente, a differenza degli editori, le librerie non devono dare l’esclusiva al distributore, ma possono avere accordi con più distributori e persino acquistare presso i grossisti (che hanno i libri di tutte le CE).

Cosa cambia da un distributore all’altro per una libreria? Ovviamente il guadagno, perché come in ogni settore lavorativo a farla da padrone sono i soldini.

Oltre ai distributori, esistono anche delle Agenzie di promozione, che si occupano della diffusione promozionale nelle librerie: l’agente va nelle librerie per consigliare al libraio i titoli più succulenti (o quelli che genereranno più provvigioni per loro). Quindi gli editori, per far arrivare i libri nelle librerie dovranno investire anche in questo servizio.

Precisazione: le librerie possono acquistare i libri anche direttamente dagli editori, a patto che questi non abbiamo un contratto di esclusiva con un distributore che fornisce la libreria in questione, anche se qui devono valutare la possibilità del conto vendite per eventualmente rendere l’invenduto (ergo: alla libreria conviene maggiormente affidarsi al distributore anziché acquistare copie che poi le restano sul groppone). Gli editori possono anche distribuire per proprio conto i libri alle librerie, ma è una mole di lavoro di un certo tipo…

Ma arriviamo al dunque

Per poter capire come possono arrivare nelle librerie i libri auto-pubblicati su Amazon, la premessa fatta sopra era d’obbligo.

Dallo scorso anno (più o meno) Amazon ha introdotto la DISTRIBUZIONE ESTESA, che in poche parole ha reso i titoli Self ordinabili nelle librerie. Ma anche qui, questo passaggio non avviene in automatico.

Il nostro libro deve avere prima di tutto i requisiti necessari per essere accettato, dopodiché siamo noi, attraverso la nostra dashboard (nella sezione dedicata al prezzo e ai diritti) a dover opzionare questo servizio.

“Quindi una volta messa questa spunta il mio libro sarà ordinabile in tutte le librerie?”

No!

Perché Amazon agirà come distributore, quindi esattamente come gli altri, non solo chiederà a te (che fungi da auto-editore) l’esclusiva di distribuzione (ovvero non potrai appoggiarti ad altri servizi di distribuzione per arrivare nelle librerie), ma richiederà ai librai di stipulare un accordo affinché possano ordinare da lui il vostro libro.

Quindi...

Quindi, a meno che un libraio non si veda arrivare richieste su richieste per avere libri di autori Self, non ha motivo di stipulare questo accordo con Amazon.

Esiste un altro modo per arrivare in libreria?

Sì, esiste, ed è un filino più complesso, e bisogna valutare se il gioco vale la candela, ma come dico sempre…

Niente è impossibile, ma solo difficile!

Per oggi è tutto, ma prossimamente vedremo anche questa opzione.

Prima di salutarvi ci tengo a farvi sapere che questa domenica 19 marzo (week-end che mi vedrà impegnata al Festival Romance Italiano) SELF CREATION festeggerà il suo primo anno di vita.

Già un anno? Non mi sembra vero!!!

Per l’occasione ho pensato di regalarvi un buono sconto del 20% sulle ultime novità lanciate, ovvero il Corso di scrittura e il Corso di Marketing e promozione!

ATTENZIONE, però, lo sconto sarà valido solo nella giornata del 19 marzo. Quindi mettetevi un promemoria in agenda 😘

A presto,

Se hai apprezzato, passaparola...

Potrebbero interessarti anche...

Scopri cosa posso fare per te