Per scrittori in cerca di LIBERTÀ
di ESPRESSIONE e di CRESCITA

Far tradurre il proprio libro a costo zero

Buongiorno Scrittrici e Scrittori.

Oggi torno a parlare di un tema già trattato in una delle precedenti Newsletter. Dato che però alcuni di voi non si erano ancora iscritti, ho deciso di riproporre la questione anche qui, per accontentare chi brama questa informazione decisamente indispensabile per approdare all’estero senza sborsare un soldo!

Non so se avete spulciato sul mio sito personale o nei miei post di Instagram, ma una delle mie Saghe Distopiche è già stata tradotta in inglese e spagnolo, e da poco è uscito il primo volume anche in francese.

Ora vi spiego come fare.

Esiste una piattaforma che si chiama Babelcube, che mette in contatto fra loro autori e traduttori. Tutto ciò che dovete fare è registrarvi e compilare il vostro profilo aggiungendo biografia, titoli e trame dei libri che desiderate tradurre.

Fatto ciò, potrete iniziare a proporre le vostre opere ai moltissimi traduttori presenti nella piattaforma (selezionandoli tenendo conto delle recensioni che hanno ricevuto, perché non tutti sono il top…) e attendere che uno di loro accetti di collaborare con voi.
Ovviamente ci sono delle limitazioni, quindi potrete proporvi a un solo traduttore al giorno.
Solitamente rispondo in fretta.

COSA ACCADE UNA VOLTA CHE IL TRADUTTORE ACCETTA?


Se la vostra proposta viene accettata, per prima cosa il traduttore vi fornirà una “prova”, ovvero tradurrà nella lingua che avrete scelto (prima di contattare il traduttore), le prime pagine del vostro libro. In questo modo potrete farvi un’idea delle sue capacità e decidere se firmare l’accordo o meno.
Una volta accettato l’accordo, il traduttore si impegnerà a farvi avere l’intero manoscritto tradotto entro una data prestabilita. E a traduzione ultimata, non dovrete far altro che verificare (nel limite delle vostre capacità linguistiche, quindi potreste far leggere qualche pagina a qualcuno che mastica l’idioma scelto), sistemare l’impaginazione e caricare il file nell’apposita sezione, fornendo ovviamente anche la nuova COVER.

E UNA VOLTA PUBBLICATO?

Una volta sbrigate tutte le operazioni per dare il via alla pubblicazione, voi e il traduttore vi dividerete le royalties, che vi verranno regolarmente pagate dalla piattaforma.

ATTENZIONE!
Tenete sempre a mente che, se è difficile emergere in Italia, figuriamoci all’estero!
Quindi, anche qui, dovrete spingere il titolo contattando Bookblogger straniere (compito abbastanza arduo…).

Bene, spero che questa chicca sulle traduzioni vi sia stata utile!
Anzi, se lo è stata, potete anche farci una storia su IG per condividerla con altri autori bisognosi di aiuto, senza dimenticare di taggarmi 😉 così che anch’io possa condividerla a mia volta.

E se avete bisogno di supporto per realizzare i vostri progetti letterari, date uno sguardo ai percorsi e ai servizi offerti da Self Creation. Potrebbe esserci proprio quello che fa per voi.
Vi auguro una buona lettura, ma soprattutto buona scrittura.